Torna a Eventi FPA

I webinar in programma

Torna alla home

  dalle 12:00 alle 13:00

Servizi pubblici digitali, la sfida dei comuni [ webinar_opencontent ]

Secondo il rapporto DESI, sul fronte dei servizi pubblici digitali l’Italia si colloca al 18° posto ottenendo un punteggio di 58,7 punti contro una media europea di 62,9.

I progressi più evidenti si registrano alla voce “moduli precompilati” (con un punteggio di 48/100, media UE 58/100).  Risultati incoraggianti anche sul fronte del “livello di completezza dei servizi online (punteggio di 91/100, superiore alla media UE di 87/100), nonché su quello dei “servizi digitali pubblici per le aziende” (punteggio di 85/100, perfettamente in linea con la media europea).

Permangono invece le grandi difficolta sul fronte dell’interazione digitale tra enti pubblici ed utenza: secondo i dati Eurostat, solo il 37 % degli utenti di internet italiani che hanno bisogno di inviare moduli a una PA sceglie i canali online, contro una media europea del 68%.

Da questo punto di vista la normativa italiana (Piano Triennale per l’Informatica nella PA e Codice dell’Amministrazione digitale) raccomanda la diffusione di strumenti operativi che producano un vero e proprio cambiamento culturale al fine di promuovere e realizzare concreti progressi in ambito di innovazione digitale e sottolineano la centralità dei diritti del cittadino nella fruizione dei servizi digitali della PA.

L’articolo 54 del CAD indica chiaramente alle PA la necessità di realizzare siti web che rispettino i principi di accessibilità, elevata usabilità e reperibilità, completezza di informazione, elevata interoperabilità, avendo cura di utilizzare un linguaggio chiaro, organizzato in una struttura informativa di facile consultazione.

In questo contesto, nel corso dell’ultimo anno AGID, insieme al Team per la trasformazione digitale, ha realizzato numerose azioni atte a semplificare lo sviluppo e l’utilizzo dei servizi digitali prodotti dalle pubbliche amministrazioni. I comuni sono così chiamati ad un rapido adeguamento: dal 1° aprile 2019 le PA possono acquisire esclusivamente servizi cloud qualificati da AgID e pubblicati nel Cloud Marketplace, mentre dal 30 giugno 2020, tutti i pagamenti alle PA potranno essere effettuati esclusivamente attraverso la piattaforma PagoPA.

Il webinar, attraverso un confronto tra esperti direttamente coinvolti nei processi innescati a livello centrale e la presentazione di esperienze già avviate, mira a presentare un modello di attivazione dei servizi digitali coerente con la normativa vigente e le disposizioni attuali.

Programma dei lavori

Introduce

Dominici
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Intervengono

Zaia
Intervento di Francesco Zaia
Francesco Zaia Service Owner - Dipartimento per la Trasformazione Digitale Biografia Vedi atti

Dopo una laurea in ingegneria informatica e un master in tecnologie e contenuti multimediali, ha lavorato come responsabile dello sviluppo web in diversi contesti e realtà internazionali, da e-commerce come Yoox a Bologna e Photobox a Londra, fino a realtà pubbliche come il Team per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma. Attualmente fa parte del nuovo Dipartimento per la trasformazione digitale, in veste di responsabile dei servizi al cittadino, per occuparsi di migliorare l'esperienza d'uso complessiva dei servizi digitali pubblici.

Chiudi

Atti di questo intervento

francesco_zaia.pdf

Chiudi

Francescotto
Intervento di Gabriele Francescotto
Gabriele Francescotto Responsabile di Opencontent Vedi atti

Atti di questo intervento

gabriele_francescotto.pdf

Chiudi

Sgalambro
Intervento di Margherita Sgalambro
Margherita Sgalambro Responsabile dei Sistemi informativi - Comune di Desenzano del Garda Biografia Vedi atti
Sono ormai giunta al termine della mia carriera lavorativa iniziata molti anni fa presso l ' EDP di una multinazione americana in quanlità di programmatrice RPG, dove venivano sviluppati internamenti i vari applicativi gestionali.
Il 01.04.1989 comincia la mia avventura lavorativa presso il Comune di Desenzano del Garda  nel settore IT, appena istituito da un illuminato Assessore.
Ho avuto la fortuna e l'onore di essere protagonista in questi molti anni del cambiamento "digitale" della pubblica amministrazione passando, tanto per citare un esempio  da "... la mail non è uno strumento di lavoro" a "senza mail non posso lavorare" e così per tutti i vari strumenti digitali ed informatici.
Il Comune di Desenzano nel 1994 ha avviato un progetto di Informatica Civica , denominato "Progetto Onde"  nel quale sono state avviate attività come la "Rete Civica", la Mediateca e Laboratorio d'Informatica per i cittadini, i corsi di alfabetizzazione informatica ed altre ancora.
 
Ad oggi il Sistema Informatico Comunale consta di 200 postazioni di lavoro , Computer e Thin Client, applicazioni gestionali centralizzate in terminal server, piattaforma di virtualizzazione dei server.
Tra i principali progetti di innovazione possiamo enumerare:
  • Atti amministrativi digitali
  • Dematerializzazione dei documenti di protocollo
  • Portale dei pagamenti Pagopa
  • Istanze online 
  • Intranet per la comunicazione interna
Il Comune di Desenzano nel 1994 ha avviato un progetto di Informatica Civica , denominato "Progetto Onde"  nel quale sono state avviate attività come la "Rete Civica", la Mediateca e Laboratorio d'Informatica per i cittadini, i corsi di alfabetizzazione informatica ed altre ancora.
 

Chiudi

Atti di questo intervento

margherita_sgalambro.pdf

Chiudi

Torna alla home